GazzetTinto

Il latte

La conoscenza fa la differenza Beppe Bigazzi

    » Segnala ad un amico

    Ingredienti:

    Procedimento:
    Tutti i latti sono bianchi! Ma non sono tutti uguali. Parlando di latte bovino (ci sono anche quelli  di pecora, capra,  asina e bufala), il più pregiato è quello ottenuto da animali liberi e felici che pascolano su prati polifiti e si alimentano con erbe spontanee,  o, quando i prati sono sotto la neve, vengono alimentati con fieno aziendale. Le vacche di questi prati fanno 20/25 litri di latte al giorno, ossia la quantità necessaria per l’alimentazione del vitello. Generalmente però, troviamo latte di animali stallati e alimentati con insilati, croccantini, medicinali, che fanno 50 litri di latte al giorno. Sono bestie che hanno una vita breve per dare una quantità di latte doppia rispetto a quella naturale, e tanto stressati che vivono molto poco rispetto ai bovini pascolanti. Questi bovini sono quelli che danno la maggior quantità di LATTE ALTA QUALITA’. La dizione “Alta qualità”, se leggiamo attentamente la legge, non si riferisce alla qualità del latte. Si riferisce invece al latte prodotto da animali allevati localmente.Questa decisione fu presa perché l’importazione di latte da Germania e Francia, grazie ai contributi europei e non solo, minacciavano la produzione di  latte nazionale. E rimasta la dicitura LATTE ALTA QUALITA’, che però può ingannare il consumatore, riferendosi alla provenienza del latte e non alla sua qualità. Se volete fare una “prova analisi” senza attrezzature, fate bollire del latte Alta Qualità  e del latte di animale da pascolo e vedrete la differenza fra le due panne, dopo un passaggio in frigorifero: quella dell’ Alta qualità sarà un velo insipido e tremolante che certo non invoglia a mangiarlo; l’altra sarà spessa, profumata e saporita. Dopo tante fatiche e discussioni era stata approvata la distribuzione del latte crudo intero, ma grazie ad un ministro……il latte crudo deve essere bollito! E allora a cosa servono i passaggi dalla mammella della vacca alla bottiglia in tubi d’acciaio refrigerati? Meno male che almeno abbiamo la possibilità, per il nostro piacere e il nostro gusto, di mangiare formaggi a latte crudo che mantengono tutti i nutrienti del latte. I latti pastorizzati sono tutti uguali e danno formaggi nei quali sicuramente non si riconosce il profumo del prato e il sapore delle erbe.  Nel mio prossimo libro esaminerò tutte le dizioni di legge, apposte sui prodotti alimentari, stilate da grandi tecnici e consulenti…molto divertenti!