GazzetTinto

Canederlo alla veneta, caprino e distillato di pomodoro

Caccia al cuoco Piergiorgio Siviero

    » Segnala ad un amico

    Difficoltà: Facile
    Rubriche: Caccia al cuoco
    Tipologia: Primi Piatti
    Tempo di preparazione: 20 Min

    Ingredienti: 200g di pane raffermo 1 bicchiere di latte fresco prezzemolo q.b. ½ spicchio di aglio 1 cucchiaio di cipolla rossa stufata 1 uovo intero 3 cucchiai di formaggio grattugiato 60g di soppressa 1 acciuga 1 caprino 25g di burro morbido 1 cucchiaio di senape in grani erba cipollina q.b. 2 cucchiai di mandorle tostate paprika q.b. 3 pomodori basilico q.b. 1 cucchiaio di farina olio extra vergine di oliva q.b. sale e pepe q.b. brodo vegetale q.b.

    Procedimento:

    Preparare il brodo vegetale. In una terrina bagnare il pane raffermo spezzettato con il latte. Nel frattempo, amalgamare il caprino con il burro morbido, l’erba cipollina, la senape in grani e le mandorle tostate tritate. Profumare con l’aglio disidratato e la paprika. In una fondina formare una base circolare con il caprino e lasciarlo raffreddare nel frigorifero per 5’. Prendere una moka sterile, porre nel serbatoio l’acqua di vegetazione dei pomodori e nel filtro il basilico e procedere come per un caffè.
    Impastare i canederli di pane raffermo in maniera classica. Aggiungere il latte, il prezzemolo, la cipolla stufata, l’uovo e il formaggio grattugiato. Unire la soppressa tritata, l’acciuga e la farina. Cuocere i canederli per un paio di minuti nel brodo vegetale. Scolarli quando vengono a galla, condirli con un filo d’olio extravergine di oliva e regolare di pepe. Porre il caprino sul fondo del piatto, sistemare i tre canederli cotti nel brodo e terminare con l’acqua di vegetazione del pomodoro.