Radio2 RADIO2 LIVE

Schif Parade

I cibi che creano dipendenza

Colore di sale

Gli scarti da non scartare

Arancino salato con mandorla pizzuta d’Avola e agrumi. Di Seby Sorbello

PER IL RISO

  • Gr 800 riso carnaroli
  • Lt 2 acqua
  • Dl 2 olio evo
  • Gr 80 burro
  • Gr 100 ragusano DOP
  • Gr 20 sale
  • Gr 60 cipolla
  • Gr 1 pistilli di zafferano
  • Gr 300 riso venere
  • Gr  8 sale
  • Acqua

 

PROCEDIMENTO

Soffriggere la cipolla tritata con l’olio evo, aggiungere l’acqua e portarla a bollore, unire il riso ed il sale, coprire con un canovaccio e cuocere a fuoco basso, senza mai rimestare il riso,  appena si sarà asciugata l’acqua, mantecare il riso con burro e ragusano DOP.

Unire la metà del riso e raffreddare in abbattitore, nell’altra metà aggiungere i pistilli di zafferano e mescolare fino ad ottenere un riso giallo, raffreddare in abbattitore. Cuocere il riso venere in abbondante acqua salata, scolare e raffreddare in abbattitore.

       PER IL RIPIENO

  • kg 1 robiola di capra Girgentana
  • gr 500 mandorla pizzuta d’Avola pelata
  • 2 arance
  • 2 limoni

 

PROCEDIMENTO

Tostare le mandorle in forno e tagliarle a pezzettini, unirle alla robiola e grattugiare la buccia delle arance e dei limoni

FORMATURA DEGLI ARANCINI

Unire i tre tipi di riso, stendere sul palmo della mano il riso e riempire con il composto di robiola, chiudere a palla e far riposare gli arancini almeno 3 ore in frigo.

Fare una pastella, abbastanza densa, con acqua, farina 00 e sale.

Passare gli arancini nella pastella e nel pangrattato, stringerli bene con le mani e friggerli in olio ad immersione a 170°.

Rai.it

Siti Rai online: 847