LogoEditoreMinisito_Rai.itLogoEditoreMinisito_RaiTv_2012

Monica Vitti

Una delle più grandi attrici italiane, Leone d'Oro al Festival del Cinema di Venezia nel ’95, musa di Michelangelo Antonioni e “ragazza con la pistola” di Mario Monicelli

Maria Luisa Ceciarelli, in arte Monica Vitti, nasce a Roma il 3 novembre 1931. Nel 1953 si diploma all'Accademia d'Arte Drammatica Silvio D'amico e da qui inizia la sua carriera sul palcoscenico interpretando alcuni ruoli che la mettono subito in luce.  Nel 1959 esordisce al cinema e incontra un regista che diventerà il maestro, Michelangelo Antonioni. Insieme a lui gira quattro film "L'avventura" del 1960, "La notte" del 1961, "L'eclisse" del 1961 e "Deserto Rosso" del 1964.
Nella seconda metà degli anni '60 Monica Vitti passa al genere della commedia dimostrando la sua spiccata dote di artista comica. Per la regia di Mario Monicelli nel ’68 interpreta "La ragazza con la pistola" e poi "Amore mio aiutami" di Alberto Sordi, "Dramma della gelosia” e "Tutti i particolari in cronaca" di Ettore Scola.
Vince tre Nastri d'argento e cinque David di Donatello - non abbandona mai il teatro: nel 1986 calca le scene nella piece "La strana coppia" diretta da Franca Valeri.
Anche la televisione non si lascia sfuggire questa grande interprete e Monica Vitti ci regala grandi ironie nei programmi…  
Gli anni '80 allontanano Monica Vitti dagli schermi e le sue apparizioni divengono sempre più sporadiche. Nel 1990 debutta alla regia con il film "Scandalo Segreto”. Nel 1995 le viene assegnato il Leone d'Oro alla carriera al Festival del Cinema di Venezia.



Guarda il video ritratto

Rai.it

Siti Rai online: 847