Logo Rai3

Aspettando la fase finale

Puntate integrali

STEFANO BUSSA

LA FIABA

Ospite: Dacia Maraini

Tema: Raccontare La bella addormentata nel bosco dal punto di vista della fata malefica, quella che lancia il sortilegio.

 

C’era un regno nel quale esistevano pesanti discriminazioni. C’era un re che voleva apparire democratico, e c’era il popolo, che come tutti i popoli, non contava nulla.

Per la nascita della figlia del re furono invitati apparentemente tutti, ma non era così. In una casetta di periferia una vecchia strega povera si rodeva per il torto subito. Le fate invitate appartenevano a famiglie ricche, Flora, figlia di un conte, Fauna, che viveva a corte, Serenella, sposata a un banchiere.

La strega era esclusa, impotente davanti all’ingiustizia. Provò ad andare al palazzo ma fu cacciata via, non poteva entrare.

“Ma il re ha detto che possono entrare tutti”. Disse.

E la guardia rispose: “Tutti sì, ma tu no”.

Provò da dietro a entrare nel palazzo ma fu inseguita dai cani, non poteva fare altro. Decise a malincuore che l’unica possibilità era di far ricorso alla sua arte. Con una magia provò a comparire nella stanza della culla. Ma non funzionò, le fate buone, cioè ricche, la bloccarono.

Ma c’era qualcosa che le altre fate non potevano bloccare, i malefici. Lei non voleva usarli inizialmente ma non la rimaneva altra via per far sentire la voce del popolo. Alzò le braccia in alto e disse: “Prima dei 16 anni ti pungerai con un fuso e cadrai morta”. Poi si mise a piangere.