Logo Radio3 2017
Dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 18.00

CREDITS


Carlo D'Amicis, Michele De Mieri, Lea Gemmato, Clementina Palladini, Daniela Pirastu, Laura Zanacchi. Regia di: Benedetta Annibali A cura di: Susanna Tartaro Conduce: Loredana Lipperini

Le poesie di Fahrenheit


Finalmente puoi ascoltare e collezionare le voci dei nostri poeti!

La poesia del giorno

TUTTI I LIBRI DELL'ANNO


Ogni anno gli ascoltatori di Fahrenheit scelgono il loro Libro dell'Anno tra i 12 Libri del Mese. A Dicembre durante la Fiera della Piccola e Media Editoria di Roma un intero pomeriggio sarà dedicato all'elezione in diretta del nuovo Libro dell'Anno.  
Si può votare inviando una mail a: fahre@rai.it

Tutti i Libri dell'Anno 

Storie di Caccia al libro



Questa è la storia di Massimo Neriotti:  

Gentili amici, mi chiamo Massimo Neriotti, ho cinquantaquattro anni, sono un veterinario e faccio il dentista per cavalli, abito appena fuori Torino.

Vorrei raccontarvi una storia legata alla vostra rubrica “Caccia al Libro”: (...) la storia di un libro che ho trovato grazie alla vostra rubrica. Dopo un paio di settimane dal mio intervento in diretta mi richiamate per dirmi che avete trovato il libro che cercavo. Nella fattispecie cercavo un libro scritto da Ted Simon. Il titolo era “I Viaggi di Jupiter”. Questo signore, inglese, nel 1973, partiva da Londra una sera piovosa di ottobre per fare il giro del mondo. In moto! Da solo!  A quei tempi non esistevano moto adatte per fare viaggi di quel genere. Lui aveva una Triumph 500 da strada. Un vero e proprio cancellone, ti portava in giro dietro casa ma niente di più. Lui ci ha fatto un viaggio in giro per il mondo durato quattro anni. Ha fatto centomila chilometri! Ha attraversato l’Africa dritto per dritto! Sabbia, pietre, polvere, fangaie allucinanti! Con pneumatici da strada! Ovviamente gliene sono successe di tutti i colori! L’hanno pure arrestato in Brasile perché pensavano che fosse una spia.La prima volta che ho letto questo libro meraviglioso avevo diciotto anni. L’ho trovato in biblioteca. Era nuovo di zecca. Dopo la prima volta l’ho portato di nuovo in biblioteca. Secondo le regole l’ho lasciato a disposizione ventiquattro ore dopo di che l’ho preso in prestito una seconda volta e l’ho riletto. Ho fatto così per sette volte! Sul cartellino c’era solo il mio cognome!  Poi mi sono messo sulle sue tracce ma non riuscivo a trovarlo da nessuna parte. Passano gli anni e mi imbatto nella vostra trasmissione e nella rubrica dedicata a chi cerca libri introvabili. Chiamo, lascio un messaggio in segreteria, mi richiamate, in diretta mi chiedete del perché cerco quel libro e dopo due settimane circa mi telefonate dicendo che l’avete trovato. Me lo dona un signore di Pisa. L’aveva comperato anni prima perché aveva una moto, poi è passato alla bicicletta e il libro è rimasto sullo scaffale. Me lo donava volentieri. Quando mi è arrivato ho trovato dentro un piccolo messaggio che diceva: “Se trova un libro che si intitola “Polanski” di Roman Polanski me lo procuri, per favore.” Dopo quattro anni, facendo la spesa in un grosso supermercato, trovo un cestone pieno di libri e trovo tre copie di Polanski. Le prendo tutte, lo chiamo e quasi non si ricordava di me e gli comunico che ho trovato quel che cercava. Erano passati quattro anni ma di quel titolo non mi ero scordato!Grazie al lavoro che faccio ogni tanto passo anche da Pisa. Quando il lavoro mi ha portato in quella città ci siamo incontrati e gli ho donato la copia del libro che cercava e non trovava. Era felicissimo di un avvenimento simile! (...)Questa storia volevo raccontarla da tanto tempo e ora l’ho fatto. (...) Grazie infinite.

Saluti.

Massimo Neriotti

Raccontaci la tua a fahre@rai.it