GazzetTinto

[an error occurred while processing this directive]

Andrea Nacci

34 anni, di Cassino, (Roma), Andrea ha trascorso l’infanzia in campagna insieme al nonno, oltre ad essere nato da una famiglia di ristoratori; entrambe le cose hanno contribuito a far nascere in lui un grande trasporto per l’arte culinaria.

La sua è una lunga storia professionale, costellata di esperienze esaltanti: a 19 anni, dopo gli studi all'Alberghiero di Cassino (FR), vede in tv lo chef Giancarlo Perbellini e resta folgorato dalla sua bravura; gli scrive offrendosi come apprendista e, inaspettatamente, si ritrova a Verona in una brigata di 18 cuochi, dei quali diventa in breve tempo, capo partita. Dalle cucine del “Don Alfonso” al “San Pietro di Positano”, dal “Café Les Paillotes” al “Malga Panna”, in 12 anni va ovunque, in Italia e all'estero (Praga, New York, Boston) fino ad arrivare al “Principe di Piemonte”, a Viareggio, dove affiancherà lo chef Giuseppe Mancino, contribuendo alla conquista dell’ambita stella Michelin.

Nel 2010 Andrea è ormai maturo per aprire con il fratello Angelo (26), sommelier, il ristorante “Naturalmente Nacci” a Cervaro (FR). La sua cucina esalta prevalentemente il pesce. Le proposte nel menù cambiano secondo la stagionalità, le materie prime sono sempre freschissime ed il gusto non viene mai tralasciato. Andrea ricerca una semplicità segnata sempre dalla riconoscibilità degli ingredienti, al massimo tre o quattro per ogni singola preparazione.