Procedimento: Il macinato è meglio non comprarlo. Se è per ragioni di costo ci sono tagli splendidi a seconda dei piatti che vogliamo fare che costano molto meno, rendono di più e sono più sicuri. Se avete bisogno di carne sminuzzata, meglio che l'operazione sia fatta lì per lì a coltello poiché lascia ragionevolmente non rovinate le fibre e la resa della carne. Ma se macinato deve essere, se proprio siete determinati, ecco alcune regole fondamentali:Se volete macinato di bovino adulto fatevi mostrare i tagli interi e scegliete quello che volete. I tempi di putrefazione della carne macinata sono ridotti moltissimo rispetto a quella intera. Perciò occhio a farla macinare sotto i vostri occhi con i pezzi che voi avete visto e scelto Dopo di che prima la cucinate, meglio è; in questo caso il tempo si misura a minuti non a ore…attenzione esistono ancora in Italia persona che mangiano la carne di vitello da latte, cioè non di bovino adulto. Questi sono destinati al sacrificio, a spendere molto per godere poco con qualche rischio e alla sicurezza di mangiare una carne immatura, non perfettamente formata e nella quale i rischi di alimentazione chimica anzichè naturale, sono esaltati.Attenzione dunque! Meglio dedicare un po' di tempo alla conoscenza dei tagli del bovino adulto e comprare pezzi grandi, magari più raramente e utilizzarli per i piatti cui sono destinati dalla tradizione e dalla scienza. Mangiare poi macinati di pollo d'allevamento o di tacchino, magri, flaccidi eccessivamente teneri e insapori, è una perversione che non riesco a comprendere. Un consiglio: se dovete fare le polpette fatele riutilizzando il lesso del brodo con l'aggiunta di buon pane di alcuni giorni bagnato nel latte, prezzemolo, peperoncino e uovo per legare. Sentirete la differenza. Procedimento:
Il macinato è meglio non comprarlo. Se è per ragioni di costo ci sono  tagli splendidi a seconda dei piatti che vogliamo fare che costano molto meno, rendono di più e sono più sicuri. Se avete bisogno di carne sminuzzata, meglio che l’operazione sia fatta lì per lì a coltello poiché  lascia ragionevolmente non rovinate le fibre e la resa della carne. Ma se macinato deve essere, se proprio siete determinati, ecco alcune regole fondamentali:Se volete macinato di bovino adulto fatevi mostrare i tagli interi e scegliete quello che volete. I tempi di putrefazione della carne macinata sono ridotti moltissimo rispetto a quella intera. Perciò occhio  a farla macinare sotto i vostri occhi con i pezzi che voi avete visto e scelto Dopo di che prima la cucinate, meglio è; in questo caso il tempo si misura a minuti non a ore…attenzione esistono ancora in Italia persona che mangiano la carne di vitello da latte, cioè non di bovino adulto. Questi sono destinati al sacrificio,  a spendere molto per godere poco con qualche rischio e alla sicurezza di mangiare una carne immatura, non perfettamente formata e nella quale i rischi di alimentazione chimica  anzichè naturale, sono esaltati.Attenzione dunque! Meglio dedicare un po’ di tempo alla conoscenza dei tagli del bovino adulto e comprare pezzi grandi, magari più raramente e utilizzarli per i piatti cui sono destinati dalla tradizione e dalla scienza. Mangiare poi macinati  di pollo d’allevamento o di tacchino, magri, flaccidi eccessivamente teneri e insapori, è una perversione che non riesco a comprendere. Un consiglio: se dovete fare le polpette fatele riutilizzando il lesso del brodo con l’aggiunta di buon pane di alcuni giorni bagnato nel latte, prezzemolo, peperoncino e uovo per legare. Sentirete la differenza. 

]]>