Carlo Cambi:la giusta spesa - le arance Anna contro tutte Anna Moroni Pasqualina Chiodo Ingredienti: CARLO CAMBI Non solo Chef Procedimento: L'ARANCIA è sicuramente uno degli agrumi più apprezzati e graditi da grandi e piccini. Ottimo rimedio naturale contro gli stadi d'inappetenza, l'arancia è una vera e propria bomba vitaminica, utilissima non solo per il suo potere antiossidante, ma anche per stimolare l'attività cerebrale, favorire la digestione, alleviare i dolori di stomaco, depurare l'organismo ed assicurare un effetto calmante, a scapito di ansia e stress. La pianta d'arancio, per i suoi frutti dalla forma tondeggiante e dal colore brillante, è stato oggetto di numerose opere artistiche, mentre i fiori candidi sono cantati ed esaltati da molti poeti e scrittori. Anche in cucina l'arancia è un agrume molto apprezzato, che ben si sposa a piatti di carne e pesce, oltre ad arricchire macedonie di frutta e a decorare aperitivi e soft drink. L'arancia dolce si assicura il primato dell'agrume più consumato e diffuso al mondo: a tal proposito, ne sono coltivate centinaia di varietà differenti. E' originaria della Cina ma, con ogni probabilità, era già nota al tempo degli Antichi Romani nel primo secolo d.C.. Fu introdotta nelle Penisola Iberica solo nel 1300. Si narra che gli Arabi portarono le arance in territorio siculo nel lontano IX secolo d.C, dove veniva chiamata "melarancia", mentre in letteratura assunse l'appellativo di "portogallo" fino al 1800. Vista l'enorme domanda di mercato di arance, in Italia se ne coltivano moltissime varietà. Ad ogni modo, le arance sono generalmente suddivise in due supercategorie, le bionde e le rosse, differenziate sulla base del colore della polpa. Procedimento:
L'ARANCIA è sicuramente uno degli agrumi più apprezzati e graditi da grandi e piccini. Ottimo rimedio naturale contro gli stadi d'inappetenza, l'arancia è una vera e propria bomba vitaminica, utilissima non solo per il suo potere antiossidante, ma anche per stimolare l'attività cerebrale, favorire la digestione, alleviare i dolori di stomaco, depurare l'organismo ed assicurare un effetto calmante, a scapito di ansia e stress.
La pianta d’arancio, per i suoi frutti dalla forma tondeggiante e dal colore brillante, è stato oggetto di numerose opere artistiche, mentre i fiori candidi sono cantati ed esaltati da molti poeti e scrittori.
Anche in cucina l'arancia è un agrume molto apprezzato, che ben si sposa a piatti di carne e pesce, oltre ad arricchire macedonie di frutta e a decorare aperitivi e soft drink.
L'arancia dolce si assicura il primato dell'agrume più consumato e diffuso al mondo: a tal proposito, ne sono coltivate centinaia di varietà differenti.
E’  originaria della Cina ma, con ogni probabilità, era già nota al tempo degli Antichi Romani nel primo secolo d.C.. Fu introdotta nelle Penisola Iberica solo nel 1300. Si narra che gli Arabi portarono le arance in territorio siculo nel lontano IX secolo d.C, dove veniva chiamata “melarancia”, mentre in letteratura assunse l'appellativo di “portogallo” fino al 1800.
Vista l'enorme domanda di mercato di arance, in Italia se ne coltivano moltissime varietà. Ad ogni modo, le arance sono generalmente suddivise in due supercategorie, le bionde e le rosse, differenziate sulla base del colore della polpa. 

 

 

 

 

]]>