LogoEditoreMinisito_Rai.itLogoEditoreMinisito_RaiTv_2012

Italo Svevo

Aron Hector Schmitz nasce a Trieste, nel 1861. Nel 1880, a causa di problemi economici decide di impiegarsi in banca, dove lavora per venti anni. Il 1892 è l’anno in cui esordisce con il romanzo “Una vita”, che viene totalmente ignorato: la stessa sorte tocca nel 1898 a “Senilità”. Nel 1899, dopo il matrimonio con Livia Veneziani, entra come socio nella ditta commerciale del suocero. E’ del 1905 l’inizio della sua frequentazione con James Joyce, che vive a Trieste insegnando l’inglese. Nel 1923 esce “La coscienza di Zeno”, che Joyce fa conoscere all’italianista Valéry Larbaud, e proprio l’interessamento di Joyce in Francia portò alle esplosione di un vero e proprio “caso Svevo”. L’intellettuale Roberto Bazlen ebbe il merito di scoprire Svevo in Italia e di aver dato i suoi romanzi a Montale. E’ il preludio al pieno riconoscimento della sua statura di scrittore. Nel 1928 Svevo muore in seguito alle ferite riportate in un tragico incidente d’auto.



Guarda il video ritratto

Rai.it

Siti Rai online: 847