Pezzi da 90 - Ayrton Senna, l'ultimo Gran Premio

Bob Marley, la leggenda

Jean-Louis Trintignant, Le Magnifique

Credits: un programma di Giancarlo Simoncelli, Angela Zamparelli, Claudio Licoccia. Con la collaborazione di Siriana Gioscia.

Francesco De Gregori, il principe della canzone


La musica, la rivista, la radio, la tv: il mitico Quartetto Cetra di Virgilio, Tata, Felice e Cia

La musica, la rivista, la radio, la tv: in una parola il mitico Quartetto Cetra di Virgilio, Tata, Felice e Cia: di questo vogliamo occuparci oggi e raccontarne un pezzetto di storia… quella ovviamente legata alla radio!

I primi anni Cinquanta furono per il Quartetto della vecchia fattoria un intensissimo periodo di attività artistica; numerose le pubblicazioni discografiche, molti i successi teatrali.
E in radio?

Ebbene, tra il 1953 e il 1955, i fantastici quattro  diedero vita a vari programmi, che possono essere considerati a tutti gli effetti vere e proprie riviste. 

Per fortuna tre di queste riviste sono state recuperate e le abbiamo potute ascoltare. Le prime due, andate in onda nell'autunno del 1953 (e replicate l'estate successiva) si intitolavano: Gite di un Quartetto viaggiatore Sassofoni e vecchie trombette, ovvero: l'impossibile storia del jazz
Visto il successo, l'etichetta Cetra pubblicò quattro extended play - due per ciascun programma - che portavano lo stesso titolo delle trasmissioni e che contenevano ognuna quattro brani, nella versione andata in onda alla radio; intendiamo dire cioè che qui, a Via Asiago, si incidevano dischi…

Nell'estate del 1955 è la volta de Il piccolissimo teatro del Quartetto Cetra.

Chi erano gli autori di questi piccoli gioielli radiofonici?

Bernardino Zapponi scrisse i testi di Gite e "Sassofoni  mentre Raffaele Sposito, in arte Faele fu autore del Piccolissimo teatro.

Tata Giacobetti e Virgilio Savona collaborarono ai testi  e naturalmente furono gli autori di quasi tutta la musica.

Ma vogliamo parlare delle Orchestre?

Ad accompagnare i quattro l'Orchestra Ferrari - con arrangiamenti di Puccio Roelens - e l'Orchestra Cergoli - con arrangiamenti di Riz Ortolani

E scusate se è poco.

Dai titoli si capisce chiaramente che gli show erano a tema; Gite era un viaggio tra le cento città italiane e ogni puntata era dedicata ai vizi e alle virtù di Milano, piuttosto che di Torino Genova o Roma.  Per quanto riguarda Sassofoni e vecchie trombette si trattava invece di una Storia del Jazz molto riveduta e molto corretta.

Infine, Il piccolissimo teatro (talmente piccolo dapoter ospitare un solo spettatore…) era una rivista a tema, su soggetti legati allo spettacolo: il cinema, la rivista, la musica ecc. e ogni puntata vedeva la presenza di un ospite che si esibiva nelle sue specialità: da Gorni Kramer a Lelio Luttazzi da Alberto Sordi a Billi e Riva

Tra macchiette, scenette, calembour, travestimenti, imitazioni e parodie Il Quartetto si preparò così – senza nemmeno saperlo – alle fortune della Biblioteca di Studio Uno…


Rai.it

Siti Rai online: 847