Radio2 a Sanremo
 Radio2 a  #Sanremo2017 



Radio2 a #Sanremo2017 - Giovedì

Radio2 a #Sanremo2017 - La seconda serata in diretta dall'Ariston

Radio2 a #Sanremo2017 - La prima serata in diretta dall'Ariston

Radio2 a #Sanremo2017 - Serata delle cover



Radio2 a #Sanremo2017 - Mercoledì

Radio2 a #Sanremo2017

Radio2 a #Sanremo2017

Big del Festival a Radio2

Clementino

Clementino è in gara a Sanremo 2016 con la canzone “Quando sono lontano".


Quando sono lontano
(C. Maccaro - V. Stein - K. Scherer)

Vorrei tornare indietro! Ma quanti sbagli fra’
ho capito che non li ripeto,
Il cuore dentro si era fatto qui come la pietra,
A 15 anni una promessa che volevo questo e prendermi anche una cometa.
Quante notti oscurate, nocche spaccate, note stonate, quanti dei nostri a fare le cose sbagliate.
C’è chi si è perso dietro un muro e chi va avanti per il suo,
c’è chi ha la forza tutti i giorni e poi combatte il buio.
Io che sto qui a guardare il mondo da più sfumature, lontano da mamma e papà dove sono le cure?
Circondato dal disordine, scappato come rondine, se guardo il mare fra’ mi sento un vortice.
E quann stong luntan, ricordo qualche anno fa
Guagliun miez a na via, na luce ind’a sta città
E mo ca song emigrante, e voglio o ciel a’guardà
Penso ca’ si stat a primma, tu si tutt a vita mia.
Quante cose cambiate negli anni
Un amico mi chiamava e diceva frate’!!!
«Perché se cadrai io ti rialzerò
O mi sdraio qui vicino a te»
La storia di un musicante emigrante anima vagante
E guarda come cambia tutto quando sei distante
E la voglia di sentirti grande
5 ragazzi e un volante
Uanema santa
«Ma k capa vacant»
Così mi tengo stretto dentro tutto quello che ho
Pregando che dall’alto qualcuno ci salvi perciò
Chi porta i figli a scuola tutti i giorni spera in un futuro migliore
E c’è chi guarda fuori e prega il Signore
Me lo lo riscrivo adesso con l’inchiostro sulla pelle
Di tutti quei ricordi come schiavi nelle celle
I chiari di luna, la notte più infame e ribelle.
Noi da bambini volevamo toccare le stelle.
E quann stong luntan, ricordo qualche anno fa
Guagliun miez a na via, na luce ind’a sta città
E mo ca song emigrante, e voglio o ciel a’guardà
Penso ca’ si stat a primma, tu si tutt a vita mia.
E voglio o’ciel a guarda da quando ero in fasce
Come fenice che fra poi da zero rinasce
Apar vasc, guardo fuori che piove è tempesta
Chi muore presto e nelle mani qua polvere resta.
Tutti quelli scappati altrove...
Fammi vedere il colore li dove non c’è sole
Il tempo che fra’ è passato qui
Ma ce truov semp miez a via!!!
E quann stong luntan, ricordo qualche anno fa
Guagliun miez a na via, na luce ind’a sta città
E mo ca song emigrante, e voglio o ciel a’guardà
Penso ca’ si stat a primma, tu si tutt a vita mia.
Ma ce truov semp miez a via!!!
Ma ce truov semp miez a via!!!
Ma ce truov semp miez a via!!!

Ma ce truov semp miez a via!!!

Nella serata dedicata alle cover Clementino canterà Don Raffaè di Fabrizio De Andrè.

Don Raffaè

Io mi chiamo Pasquale Cafiero
e son brigadiero del carcere oine'
io mi chiamo Cafiero Pasquale
sto a Poggioreale dal '53
e al centesimo catenaccio
alla sera mi sento uno straccio
per fortuna che al braccio speciale
c'e' un uomo geniale che parla co'mme.
Tutto il giorno con quattro infamoni
briganti, papponi, cornuti e lacche'
tutte ll'ore co' 'sta fetenzia
che sputa minaccia e s'`a piglia co` mme
ma alla fine m'assetto papale
mi sbottono e mi leggo `o ggiurnale
mi consiglio con don Raffae'
mi spiega che penso e bevimm'`o ccafe'.
Ah, che bellu ccafe`
sulo `n carcere `o sanno fa'
co' `a recetta ch'a Cicirinella
compagno di cella ci ha dato mamma'.
Prima pagina venti notizie
ventuno ingiustizie e lo Stato che fa
si costerna, s'indigna, s'impegna
poi getta la spugna con gran dignita'.
Mi scervello. mi asciugo la fronte
per fortuna c'e' chi mi risponde
a quell'uomo sceltissimo e immenso
io chiedo consenso, a don Raffae'.
Un galantuomo che tiene sei figli
ha chiesto una casa e ci danno consigli
l` assessore che Dio lo perdoni
`ndentro `a roulotte ci alleva i visoni.
Voi vi basta una mossa, una voce
c`a `stu Cristo ci leva `na croce.
Con rispetto, s'e' fatto le tre
vulite `a spremuta o vulite `o caffe'?
Ah, che bellu ccafe`
sulo `n carcere `o sanno fa'
co' `a recetta ch'a Cicirinella
compagno di cella ci ha dato mamma'
Ah, che bellu ccafe`
sulo `n carcere `o sanno fa'
co' `a recetta di Cicirinella
compagno di cella precisa a mamma'
`Cca ci sta l'inflazione, la svalutazione
e la borsa ce l'ha chi c'e' l'ha
io non tengo compendio che chillo stipendio
e' un ambo se sogno a papa'
Aggiungete mia figlia Innocenza
vuo' `o marito, nun tiene pazienza
non vi chiedo la grazia pe`mme
vi faccio la barba o la fate da se'?
Voi tenete un cappotto cammello
che al maxi-processo eravate `o cchiu bello,
un vestito gessato marrone
cosi' ci è sembrato alla televisione
pe `ste nozze vi prego Eccellenza
mi prestasse pe' ffare presenza
io gia' tengo le scarpe e `o gile'
gradite `o Campari o vulite `o ccafe'?
Ah, che bellu ccafe`
sulo `n carcere `o sanno fa'
co' `a recetta ch'a Cicirinella
compagno di cella ci ha dato mamma'.
Ah, che bellu ccafe`
sulo `n carcere `o sanno fa'
co' `a ricetta di Cicirinella
compagno di cella preciso a mamma'.
Qui non c'e' piu' decoro, le carceri d'oro
ma chi ll'ha mai viste, chissa'
cheste so' fatiscenti pe' cchisto `e fetienti
si tengono l'immunita'
don Raffae' voi politicamente
io vi giuro sarebbe `nu santo
ma a`cca dinto voi state a paga'
e fora chist`atre se stanno a spassa'.
A proposito, tengo nu frate
che da quindici anni sta disoccupato
chillo ha fatto cinquanta concorsi
novanta domande e duecento ricorsi
voi che date conforto e lavoro,
Eminenza, vi bacio e v'imploro
chillo dorme cu mamma e cu mme
che crema d'Arabia ch'e' cchistu ccafe'.






Rai.it

Siti Rai online: 847