Notiziario CCISS del giorno 14/12/2017 ore 12:30

Ascolta la diretta

Contatta Isoradio
via sms 348 / 103.10.10
I vostri messaggi
VISUALIZZA GLI ALTRI SMS

Meteo Mobilità


Isoradio riceve e distribuisce le previsioni sull'andamento meteorologico per le esigenze di chi si sta muovendo e può solo ascoltare. Vai alla pagina delle previsioni

INFOTRAFFICO

Collaborazioni CCISS Aiscat Polizia di Stato Autostrade Arma dei Carabinieri ANASACI

Traffic Message Channel


Il Traffic Message Channel (TMC) è un servizio dati che viene trasmesso "paralellamente" all'audio, sfruttando il canale Radio Data System (RDS). Infatti l'RDS offre moltissime altre funzioni, oltre quella banale di far leggere il nome dell'emittente sul display della radio. Il TMC contiene tutte le notizie sul traffico rese disponibili dal CCISS (Centro Coordinamento Informazioni Sicurezza Stradale) e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Chi dispone di un autonavigatore che fornisce le informazioni in tempo reale sfrutta appieno il servizio RDS-TMC poiché l'autonavigatore usa una piccola radio FM per riceverle. La distribuzione del servizio RDS-TMC della RAI è totalmente gratuita essendo la RAI il Broadcaster Pubblico.
Leggi tutto
Scarica l'Applicazione Radio Rai

Ricezione

Come ascoltare Isoradio

Isoradio può essere ascoltata tramite:

- il  canale radiofonico (RF) in Modulazione di Frequenza (FM o MF) , sui 103,3 MHz salvo eccezioni

- sul multiplex RAI per la Radio Digitale (DAB+)

- sui canalli della TV digitale terrestre (DTT)

- via satellite

- sul sito www.isoradio.rai.it

- tramite la APP di Radio RAI


per interloquire con RAI consultare questa pagina.

Dall' 11 luglio 2016  è attivo il  Contact Center Rai Way al  numero 06 94809596 , a cui si possono segnalare problemi di ricezione e richiedere informazioni sulla copertura del servizio. La società Raiway ha in gestione la rete di distribuzioen di Isoradio, sia FM, che satellitare, che via Radio Digitale, che sui televisori.

Glia scolti via web (sito e APP) sono curati dalla Direzione Digital.


La qualità di Isoradio

Per definire la qualità di un servizio radiofonico trasmesso via etere  è necessario definre una "scala" di qualità del servizio FM.

La qualità del servizio ha un voto, secondo una scala a 5 gradini.

5 - Ottimo
4 - Buono
3 - Sufficiente
4 - Scarso
5 - Pessimo

Un tratto si definisce "coperto" quando la qualità è  da 3 in su. Un tratto con qualità scarsa o pessima viene considerato "non coperto" dal servizio. Questo spiega perché a volte nelle risposte alle FAQ sia dato come "non coperto" un tratto dove invece Isoradio si sente, anche se male.

Come ascoltare isoradio

Gli apparati con cui si può ricevere e ascoltare Isoradio sono di diversi tipi. Quando si chiama, o scrive è indispensabile precisare se si stia ascoltando:


- tramite un normale televisore  digitale (DTT), andando a cercare la stazione   nella sezione "Radio" del telecomando,

- sul Multiplex (MUX)  della  Radio Digitale (in standard DAB+), 

- tramite un ricevitore satellitare (è tra i canali radiofonici gratuiti) ,

- in Modulazione di Frequenza FM, 

- via Web sul sito o usando uno dei software per l'ascolto di radio via web, 

- su smartphone tramite l'APP di Radio  Rai, o via web (cliccando sul link nelle pagine del sito)
 

Ricezione in Modulazione di Frequenza FM

Isoradio FM 103,3 MHz non è ricevibile in tutta Italia (a differenza di Radio 1 - 2 3) per le ragioni esposte nel seguito in questa pagina, spiegate in dettaglio nella pagina delle  FAQ relative alla ricezione.


La rete storicamente nasce dall’esigenza di coprire i percorsi autostradali e le maggiori arterie viarie  utilizzando una unica frequenza (portante a 103,3 MHz). L’uso della stessa frequenza ha tecnologicamente comportato:

• la realizzazione di numerosi impianti “a raso” posizionati lungo il tracciato stradale ognuno di essi con una copertura radio del servizio tra i 2 e i 7 Km (la tecnologia utilizzata ha reso necessario che il segnale irradiato fosse di tipo monofonico); per ridurre i distrubi  la trasmissione è monofonica e l'RDS è parziale;

• la distribuzione ai punti di emissione, del segnale già modulato, tramite fibra ottica;

• l’uso di cavi “fessurati” per assicurare la ricezione anche all’interno delle gallerie.

Nel corso degli anni, la complessità di realizzazione di una rete sì fatta insieme al problema  dell’affollamento dell’etere radioelettrico nella gamma di frequenze VHF II non ha consentito, per motivi interferenziali, di attivare nuovi impianti a ‘raso’ per lunghi tracciati. Pertanto si è proceduto ad estendere la rete mediante la diffusione da impianti “a monte”, ovvero impianti  installati presso stazioni in quota che, coprendo ampie porzioni di territorio, includono i percorsi autostradali, analogamente ad una normale rete di diffusione radiofonica multifrequenza. In particolare l’utilizzo di frequenze diverse dalla 103,3 MHz è stato possibile grazie all’introduzione del sistema Radio Data System (RDS) che consente l’automatica sintonizzazione del ricevitore d’utente in continuità di ascolto. Per questi trasmettiroi il segnale è stereofonico.

L’intera rete autostradale italiana è costituita da 6.657 Km dei quali:

• 3.419Km controllati da Autostrade S.p.A

• 113 Km controllati da Autostrada Dei Fiori S.p.A

• 286 Km controllati da Autostrada Dei Parchi

• 3.934 Km di altri gestori Autostradali.

Il servizio effettuato con impianti a raso è regolamentato da apposite convenzioni di Rai con i concessionari.

Quando sono presente trasmettitori “ a raso” il segnale, in genere,  è diffuso anche nelle gallerie usando un cavo fessurato steso lungo la galleria. Può accadere che un tratto stradale abbia dei “buchi” di copertura a causa del percorso stradale tortuoso, e che qualche galleria non abbia Isoradio.
Se l'autoradio ne è dotata (e il bit è attivato in zona, chiedere a Isoradio) , attivando il servizio RDS-AF il sintonizzatore seguirà "automaticamente" la frequenza di Isoradio anche dove è diversa dai 103,3 MHz.

Le frequenze di Isoradio

A causa della carenza di frequenze libere, Isoradio non viene trasmessa "sempre" in FM con frequenza portante di 103,300 MHz, ma anche con frequenze portanti diverse. La RAI cerca comunque di estendere il servizio quando possibile.

Le ultime estensioni, in ordine di tempo, sono:

1) Dal 17 marzo 2016 è stato attivato l’impianto Rai Isoradio denominato “Palermo Monte Pellegrino” sulla frequenza 98.400 MHzL’area di servizio dell’impianto interessa i traffi della A20 e A19 da Palermo a 5. Agata Militello ed il servizio residenziale interessa circa 800.000 abitanti.

2) lI 01/09/2016 è stato attivato Riccione (RN) sulla frequenza 103,400 MHz.L’area di servizio dell’impianto si estende indicativamente tra Rimini e Misano per una popolazione residente oggi raggiunta dal servizio di circa 227.000 abitanti.

In caso di ricezione difettosa, o assente, o disturbata, si deve inviare un msg del tipo: " Abitualmente percorro la ........ e  la ricezione e molto disturbata/ non si sente nulla/ è coperta da radio private  Da ...... fino a ......... ".

Un messaggio senza indicazioni precise  
è inutile. Il motivo? I ripetitori di isoradio (a differenza di Radio 1 - 2- 3 )sono intervallati a distanza anche di 3-7 km, una autostrada può essere lunga anche centinaia di km,  con decine e decine di ripetitori e quindi l'informazione imprecisa non ci consente di individuare quali verificare. La segnalazione essenziale é: "Sulla A1 dal km.287 al 298 il segnale è assente", poiché ci fa sapere dove verificare.


Se la copertura è assente, rumorosa, o in galleria non vi è il segnale, si può contattare Isoradio o inviando un SMS al 348 103 10 10, o  mandando una mal a isoradio@rai.it, o scrivendo a Isoradio - Largo Villy De Luca 4 00188 Roma.

Indicare, più precisamente possibile, la posizione della tratta stradale coinvolta. Le richieste riguardanti le informazioni di copertura consultabili su questa pagina web vanno indirizzate a Isoradio. Se la copertura era presente, e risulta assente, può trattarsi di un guasto; dove il servizio non c'è mai stato, è inutile segnalarlo perché non si tratta di un disservizio, ma di un'area non coperta dal servizio Isoradio. Le risposte alle domande più comuni sulla copertura sono consultabili alla pagina delle FAQ.


La mappa che segue è solo "esemplificativa" di come Isoradio sia progettata per coprire alcune autostrade; la copertura effettiva è molto differente da quella indicata in rosso; pertanto le richieste a Raiway di informazioni sulla copertura debbono essere molto precise. Accade che il servizio arrivi in zone non rosse,  e non arrivi in zone rosse. Anche considerando che a volte i trasmettitori coprono pochi km di strada, per cui la situazione può cambiare e poi ri-cambiare ancora percorrendo 2-3 km.






Radio digitale (standard DAB+)

Isoradio può essere ricevuta con i nuovi radioricevitori digitali nelle zone già raggiunte dal servizio DAB+. Ovunque è adesso impiegato lo standard DAB+ al 64 kBit/s; le aree coperte dal servizio sono  in evoluzione. Nel gennaio 2016  il servizio Isoradio è presente in digitale sulla rete DAB di RAI WAY in alcune delle principali città italiane. 

Sul Multiplex DAB sono trasmessi i canali:

Radio 1
Radio 2
Radio 3
GR Parlamento
Radio 4 Light
Radio 5 Classica
Radio 1 TAA * (RAdio 1 con notizie locali)
Radio 2 TAA* (Radio 2 con notizie locali)
RAI Sudtirol * (in ligua tedesca, prodotto dalla sede di Bolzano)
Radio 6 Teca
Radio 7 Live
Radio 8 Opera

I canali con l'asterisco sono trasmessi dai quattro impianti, indicati nell'elenco seguente, siti in Trentino- Alto Adige.

La rete DAB che diffonde il Servizio Isoradio è attualmente composta da 18 siti trasmittenti con una copertura di circa il 40% della popolazione nazionale.




RAI Isoradio Digitale è stabilmente presente a Roma,  in provincia di Trento e in Friuli Venezia-Giulia,e  in altri luoghi.

Sui ricevitori per Radio   Digitale sono leggibili  sia messaggi testuali (attualmente sono inserite le notizie di traffico) sia immagini.  Per fruire di tutti i servizi  è quindi necessario disporre  di un radioricevitore con un piccolo schermo.
 
Per informazioni sulle aree dove è già presente il servizio DAB+, segnalare problemi e altro, consultare il sito www.raiway.it

Estensione della copertura della Radio Digitale

L’Agcom ha definito, con la propria delibera n. 465/15/CONS, 39 bacini di servizio per la radiodiffusione sonora in tecnica digitale DAB+. A oggi risultano pianificati 16 di tali 39 bacini, e sono stati assegnati dalla Dgscerp del Ministero i diritti di uso delle frequenze solo in 8 bacini tra i 16 pianificati.




Nella tabella  vengono indicati i bacini pianificati con il relativo numero e le province da cui sono composti.  Laddove è indicato un pallino, si tratta di bacini per i quali sono stati assegnati i diritti di uso delle frequenze.

Nella mappa dell’Italia, vengono rappresentati  graficamente i bacini  pianificati (in colore giallo) e i bacini in cui  sono stati assegnati i  diritti di uso delle frequenze (in colore arancione).





Devono, dunque, essere ancora assegnati  dal Ministero i diritti di uso delle frequenze in otto bacini e devono  ancora essere pianificati dall’Agcom gli altri 23 bacini.

Frattanto, sono oltre venti le società consortili già costituite da emittenti radiofoniche locali per svolgere l’attività di operatore di rete. Contemporaneamente a tutto ciò gli operatori di rete nazionali  (Rai e società consortili costituite da reti radiofoniche nazionali private) stanno operando in virtù di  autorizzazioni sperimentali in ampie  zone del territorio nazionale e il mercato  dei ricevitori sta cominciando a svilupparsi (molte case automobilistiche  stanno installando sulle vetture  autoradio dotate, tra l’altro, della funzionalità  di ricezione DAB+).  Allo stato attuale, nei 23 bacini non ancora pianificati, per le emittenti locali risulta tecnicamente impossibile  l’avvio del digitale radiofonico, a causa  della mancanza di risorse frequenziali pianificabili.


Digital Terrestrial  Television (DTT)

Isoradio è ascoltabile sulla DTT, è inserita nel Mux 2 della Rai. In tabella i codici identificativi:






Se non si riesce a trovare, o  ascoltare, isoradio  si può contattare il call center di Raiway allo 06 94809596, scrivere a RAIWAY o consultare le pagine del sito www.raiway.it.

Satellite

Isoradio è trasmessa via satellite. Al momento  l'EPG non è disponibile.

Se non si riesce a trovarla tra le centinaia disponibili , o ad ascoltarla, si può contattare il call center di Raiway allo 06 94809596, scrivere a RAIWAY - Via Teulada 66 00189 Roma ,  e consultare le pagine del sito www.raiway.it.

Web

I servizi di streaming dei canali radiofonici sono fruibili all’interno dei domini RAI, sulle  piattaforme:
 
1) Web (pc Windows con qualsiasi browser, pc Mac con qualsiasi  browser, pc Linux con qualsiasi browser)

2) Mobile (smartphone e tablet Apple, Android e Windows). 
 
Altre modalità  di ascolto, attraverso player al di fuori dei domini RAI, sono servizi erogati da terze parti prelevando le nostre  URL di emissione, su cui RAI non può intervenire.

Web fisso

Il bit rate per lo  streaming live  è 128 kbit/s formato AAC, per lo streaming on demand è 128 kbit/s formato mp3.  Per ascoltare Isoradio sul PC basta clikkare  sull'apposita icona presente anche in questa pagina sotto la scritta "Ascolta la diretta di". Per chiarimenti scrivere ai riferimenti indicati nella pagina Contatti. 


WEB  mobile

Il bit rate per l'APP è 96 kbit/s formato mp3.Per ascoltare Isoradio sullo smartphone, a parte l'andare sul sito web, esistono delle APP apposite (anche per Android). Per chiarimenti scrivere  ai riferimenti indicati nella pagina Contatti. Per scaricare le App andare qui


MFSA

Isoradio nasce per servire la rete stradale di grande traffico. Il servizio è iniziato ufficialmente il 23 dicembre 1989 sulla A1. MFSA  è il codice servizio associato alla rete MF  Isoradio  dal Ministero delle comunicazioni  (MFSA – Modulazione di Frequenza di Servizio sulle Autostrade) .

Per le altre reti  RAI sono utilizzati  i codici seguenti:

MF01    - Radio1

MF02    - Radio2

MF03   - Radio3

MF04   - Radio5 (solo a Roma, Torino, Milano, Napoli, Ancona) AUDITORIUM

MFPM  - Rete parlamentare  GR Parlamento

MFB2    - Radio in lingua slovena (Rai)

MFB3    - Radio in lingua tedesca-ladina (Rai)

Per  il servizio in onda media, ancora attivo:

OM01   - Radio1

OMB2   - Radio in lingua slovena

Per i servizi radio digitali:

DM01    - T-DAB+ RAI

DR01    - Sperimentazione tecnica DRM

Informazioni sulla copertura

In ogni Stato, tutti i trasmettitori radiofonici (AM, FM, DAB)  sono registrati presso le autorità locali, con  i relativi dati tecnici. Alcuni siti offrono queste informazioni, tra cui quelle sui trasmettitori di Isoradio.

 www.fmscan.org offre delle mappe dove è possibile visualizzare gran parte dei trasmettitori e la copertura (indicativa) sul territorio.
http://www.fmdx.altervista.org/ offre un database consultabile.

Attenzione! I siti non possono conoscere la situazione interferenziale, che può mutare anche con le condizioni meteo; inoltre possono esservi situazioni di non rispetto delle norme. La situazione reale può quindi essere diversa. Tuttavia si possono ricavare utili indicazioni sulla situazione locale.  Ad esempio, qui sotto è riportata la situazione DAB per Isoradio riportata da www.fmscan.org il 16 febbraio 2017; la mappa sul sito è interattiva.



Ultimo aggiornamento della pagina:  16 febbraio 2017

Rai.it

Siti Rai online: 847