Logo Rai3

Gli Autori

Friedrich Durrenmatt

(1921-1990)

Friedrich Durrenmatt (1921-1990). Figlio di un pastore protestante, si dedico’ in giovane eta’ alla pittura e alla letteratura. Gia’ autore di novelle (La citta’, 1952), trovo’ un vasto consenso di pubblico con il suo primo romanzo metafisico-poliziesco Il giudice e il suo boia (1952), in cui esplora il mondo della giustizia e mostra come la deduzione logica non possa risolvere gli enigmi dell’esistenza. La stessa convinzione anima Il sospetto(1953), La promessa(1958), Il pensionato(1978) e Giustizia (1985). Ma e’ soprattutto nel teatro che emerge l’originalita’ di Durrenmatt, come e’ gia’ evidente nelle prime opere Gli anabattisti (1947/1967) e Romolo il grande(1949). In Scritti e discorsi sul teatro(1966) mostro’ come l’ipertrofia della macchina dello stato annulli la responsabilita’ individuale e renda impossibile il genere tragico.

Tutte le sue opere teatrali (Un angelo e’ sceso a Babilonia, 1953; Il guasto, 1961) sono commedie amare che esprimono un sentimento di impotenza e un’inquietudine religiosa condannata a rimanere senza risposte. In La visita della vecchia signora(1956), Durrenmatt, attraverso una sequenza di situazioni grottesche e parodistiche, denuncia l’ipocrisia e la venalita’ della societa’ del consumismo. Con I fisici (1961) si interroga su quale sia laresponsabilita’ degli scienziati nello sviluppo delle armi atomiche. Durrenmatt scrisse anche alcuni saggi politici e filosofici.

Rai.it

Siti Rai online: 847