VUOI PARTECIPARE COME CONCORRENTE ALLA PROSSIMA EDIZIONE DE “LA PROVA DEL CUOCO (LOGO)”? CHIAMA LO 02 89919903

GazzetTinto

Maccheroncini con sinfonia di pomodori

Le insegnanti di cucina Antonella cucina con Palma

    » Segnala ad un amico

    Rubriche: Le Maestre di Cucina
    Tempo di preparazione: più di un'ora
    Tipologia: Primi Piatti
    Difficoltà: Difficile

    Ingredienti per 4 persone: 350 gr di pasta formato maccheroncini 200 gr di pomodori San Marzano 200 gr di pomodori datterini 150 gr di pomodori ciliegino 150 gr di pomodori secchi 1 cucchiaio di zucchero Aglio Buccia di arancia Pangrattato Origano fresco, prezzemolo, timo, basilico 1 cucchiaio di grana grattugiato Olio extra vergine di oliva Sale e pepe

    Lavare i pomodori secchi e tagliarli finemente.
    Eliminare il piccioli, lavare i datterini, sgocciolarli, dividerli a metà.
    Porli in una teglia in un solo strato, salarli e peparli. Sbucciare uno spicchio di aglio (sostituire a piacimento con aglio secco) e tritarlo con il prezzemolo.
    Mescolare il pangrattato con il prezzemolo, l’origano fresco, il grana e distribuire il composto sui pomodori, irrorare con olio d’oliva ed infornare a 180° per circa 15 minuti, i pomodori devono leggermente asciugarsi.
    Lavare ed asciugare i pomodori San Marzano, inciderli, scottarli, spellarli e privarli dei semi. Tagliare a metà i pomodori e disporli in una teglia da forno.
    Spolverizzare i pomodori con zucchero, foglioline di timo, buccia di arancia, sale, aglio e irrorare con olio d’oliva. Mettere la teglia in forno a 120° per un’ora e mezzo. Lavare e tagliare a metà i pomodori di Pachino.
    In una padella imbiondire uno spicchio di aglio con 3 cucchiai di olio, aggiungere i pomodorini e farli saltare per pochissimi minuti, dovranno appena ammaccarsi, profumare con foglie di basilico fresco. Lessare i fusilli in abbondante acqua bollente salata.
    Scolarli al dente e padellarli con i pomodorini, aggiungervi i pomodori gratinati, i pomodori confit tagliati a strisce e i pomodori secchi tritati. Far insaporire e servire irrorando con olio d’oliva a crudo.