Gabriele Bonci e Fulvio Marino: pane di patate Pane e Pizza Pane e Pizza Procedimento: Oggi GABRIELE BONCI ci prepara il PANE DI PATATE. Il pane con le patate è noto per la prolungata conservazione, che può essere protratta anche per una settimana senza che il prodotto perda morbidezza e fragranza. La funzione dell'aggiunta di patate è appunto quella di far conservare meglio e più a lungo il pane, in virtù della presenza dell'amido di patata. È un prodotto tradizionale e caratteristico delle zone interne abruzzesi, in particolare dell'aquilano e del teramano, dove le patate vengono coltivate, e trae origine dalla necessità, in tempi passati, di ottenere il pane risparmiando farina mediante l'aggiunta di un altro prodotto vegetale a minor costo. È caratterizzato da un colore piuttosto scuro in superficie rispetto al pane normale, ha un sapore più intenso rispetto al pane prodotto solo con farina e un profumo molto gradevole soprattutto appena sfornato. Risulta molto morbido e fragrante dopo la cottura. Per la preparazione di questo pane Gabriele farà uso di "FARINE FORTI" di cui ci parlerà con dovizia di particolari FULVIO MARINO, il nostro "apprendista mugnaio" di Cossano Belbo, in Piemonte. Viene definita una farina "forte" o "farina di forza" una farina ad alto tenore glutinico, che contiene quindi una quantità maggiore di glutine rispetto alle farine normali. Il glutine è una proteina non solubile a contatto con l'acqua e che quindi permette di formare la "rete glutinica" che contiene il gas prodotto dai lieviti e permette quindi la lievitazione del pane o della pizza. Le farine cosiddette forti possono essere di tipo "0", di tipo "00" oppure di tipo "BURATTO" , macinate quindi a pietra naturale. Procedimento:

Oggi GABRIELE BONCI ci prepara il PANE DI PATATE.

Il pane con le patate è noto per la prolungata conservazione, che può essere protratta anche per una settimana senza che il prodotto perda morbidezza e fragranza. La funzione dell’aggiunta di patate è appunto quella di far conservare meglio e più a lungo il pane, in virtù della presenza dell’amido di patata. È un prodotto tradizionale e caratteristico delle zone interne abruzzesi, in particolare dell’aquilano e del teramano, dove le patate vengono coltivate, e trae origine dalla necessità, in tempi passati, di ottenere il pane risparmiando farina mediante l’aggiunta di un altro prodotto vegetale a minor costo. È caratterizzato da un colore piuttosto scuro in superficie rispetto al pane normale, ha un sapore più intenso rispetto al pane prodotto solo con farina e un profumo molto gradevole soprattutto appena sfornato. Risulta molto morbido e fragrante dopo la cottura.

Per la preparazione di questo pane Gabriele farà uso di “FARINE FORTI” di cui ci parlerà con dovizia di particolari FULVIO MARINO, il nostro “apprendista mugnaio” di Cossano Belbo, in Piemonte.

Viene definita una farina "forte" o "farina di forza" una farina ad alto tenore glutinico, che contiene quindi una quantità maggiore di glutine rispetto alle farine normali. Il glutine è una proteina non solubile a contatto con l'acqua e che quindi permette di formare la "rete glutinica" che contiene il gas prodotto dai lieviti e permette quindi la lievitazione del pane o della pizza.
Le farine cosiddette forti possono essere di tipo "0", di tipo "00" oppure di tipo "BURATTO" , macinate quindi a pietra naturale.







                                                            














]]>