In evidenza

Lo spettacolo itinerante

Dopo quattro settimane a  Kragujevac, Titanic. Nascita di una leggenda  si è spostato nelle location attorno a Belgrado, come la National Bank e gli edifici del Parlamento. Lo stile vintage degli edifici della città sono stati un sfondo perfetto per la fiction, spiegalo scenografo  Tom Conroy: Molti degli edifici pubblici di Belgrado non sono stati modernizzati. Non hanno allarmi anti-incendio ovunque o ascensori di vetro negli ingressi. Molte delle location erano bellissime, incluse alcune che da tempo non si trovano più in Gran Bretagna o Irlanda”. "Abbiamo girato alla Casa Bianca, il palazzo del re di Serbia”, ricorda Gray O'Brien (Bruce Ismay). “Abbiamo girato in un’enorme, bellissima stanza: d’epoca e rivestita di pannelli. L’edificio del Parlamento al centro di Belgrado è diventato il palazzo dell’Ammiragliato a Londra”. Derek Jacobi (Lord Pirrie) sorride: “Figurarsi se nel nostro Parlamento entrerebbe mai una troupe per girare una serie TV di 12 puntate”. La geografia del Paese ricordava a Neve Campbell (Joanna Yaegar) la sua terra d’origine: “Mi ricordava il Canada per certi aspetti: molti laghi, alberi. Kragujevac e Belgrado erano bellissime. Belgrado è una città splendida. La troupe era entusiasta di averci lì; erano elettrizzati per il progetto”. La maggior parte degli attori non erano mai stati in Serbia prima, ma negli anni Settanta, Derek Jacopi aveva recitato l’Amleto al teatro Nazionale di Belgrado. Tito, il leggendario presidente jugoslavo, era tra il pubblico e dopo lo spettacolo salì sul palco per donare una medaglia ad ogni attore. Durante la produzione di Titanic. Nascita di una leggenda, Derek ricevette un invito dal teatro Nazionale. “Ero stato invitato alla prima serata della nuova stagione teatrale, l’invito diceva: Questo teatro è la tua casa. Una cosa molto bella”, sorride.  Chris Noth, nel frattempo, ha ricevuto la sua dose di attenzione. Il veterano di Sex and the City cercava un paese dove poter mantenere l’anonimato. Ricorda: “Pensavo: ‘sono in Serbia, nessuna saprà chi sono e non dovrò fare fotografie’ “. Una sera, quando stavano girando a Kragujevac, Gray O'Brien, Neve Campbell e Chris uscirono a cena. Dopo, si recarono in una gelateria. "Qualcuno lo notò: Mr Big! Si avvicinarono e chiesero una foto”, ricorda Gray. “Lui molto cortesemente si fece fotografare. Poi arrivarono altre persone e alla fine la parola si sparse – c’era una lunga fila di persone che volevano una fotografia con Chris”. Chris continua: “Non avevo idea che c’erano così tanti fan di Sex and the City. Ne erano ossessionati! Lì le persone sono molto orgogliose del loro paese e distaccate da alcune cose… ma non da Sex and the City." Gray sorride nel raccontare la storia. “Chris disse: ‘devo andarmene da qui’. Cercammo un taxi ma non lo trovammo. Alla fine, ne trovammo uno, una piccola Fiat Panda – ed era rosa. La compagnia si chiamava Pink Taxi. Chris saltò sul sedile posteriore. Era minuscolo. Avrebbe dovuto sedersi davanti con l’autista. Immaginate Mr Big con le ginocchia ripiegate sul petto, portato via su un taxi color rosa!”

Rai.it

Siti Rai online: 847