Destinazione dell'8x1000

Questo è il messaggio che ho inviato ad un centinaio di amici. Che ne pensa?
In uno studio fatto da UAAR nel 2003 solo il 36% faceva una scelta... e non ricordo la cifra spaventosa che rimediava la Chisa Cattolica per effetto di questo meccanismo

Cari amici 

Di fronte all'ennesimo scempio del nostro disgraziato paese, penso che un primo importante e significativo passo per poter disporre di risorse immediatamente senza opprimerci con nuovi orpelli, potrebbe essere quello di MODIFICARE LA NORMA DELLA DESTINAZIONE  dell’8x1000

 Nella SCHEDA PER LA SCELTA DELLA DESTINAZIONE  dell’8x1000 si legge

 AVVERTENZE : Per esprimere la scelta a favore di una delle istituzioni beneficiarie della quota dell’IRPEF il contribuente deve apporre la propria firma nel riquadro corrispondente.

La mancanza della firma in uno dei riquadri previsti costituisce scelta non espressa da parte del contribuente.

In tal caso la ripartizione della quota d’imposta non attribuita è stabilita in proporzione alle scelte espresse.

La quota non attribuita spettante alle Assemblee di Dio e alla chiesa Apostolica I è devoluta alla gestione statale

 

PERCHE’ NON FARE UN PRIMO ATTO IMPORTANTE PER CUI TUTTA LA QUOTA D’IMPOSTA NON ATTRIBUITA VENGA DEVOLUTA ALLA GESTIONE STATALE PER LA RICOSTRUZIONE ?

E per quello che mi risulta si tratta di una cifra IMPORTATE!!!!!! 

Francesco Friscia di Ostia

Rai.it

Siti Rai online: 847