GazzetTinto

Augusto Tocci - Il Nespolo: Mespilus germanica

Augusto Tocci

    » Segnala ad un amico

    Cuoco: AUGUSTO TOCCI
    Rubriche: Non solo Chef

    Ingredienti:

    Procedimento:
    Il nespolo comune non deve essere confuso con il “Nespolo del Giappone” che troviamo nella stagione estiva. Peraltro l'antico proverbio "Col tempo e con la paglia maturano le nespole" (ci vuole pazienza, occorre aspettare per vedere i risultati) si riferisce alle nespole comuni, già note in Europa da tempo immemorabile. I frutti infatti non possono essere consumati alla raccolta, che si ha nel tardo autunno, ma vanno lasciati "ammezzire" in un ambiente asciutto e ventilato, (appunto sulla paglia) cioè rammollire e virare di colore dal marrone chiaro al marrone scuro. La trasformazione enzimatica trasforma la polpa e cancella il forte sapore acido ed astringente, rendendole commestibili, questo nonostante la robusta buccia ed i numerosi e durissimi semi rendano problematico il consumo. Di fatto esiste un solo modo per consumarle al naturale, tolto il picciolo la polpa è succhiata ed inghiottita ed i semi trattenuti in bocca e non deglutiti.
    Nei tempi passati si usavano  moltissimo e venivano conservate anche sotto sale.

    CONTORNO DI NESPOLE
                         
    Fabbisogno:
    Nespole
    Vino bianco
    Miele
    Cannella in stecca
    Zenzero
    Sale

    Procedimento:
    Nettare le nespole e porle intere in un tegame.
    Coprire con del vino bianco in cui sia stato sciolto del miele.
    Salare leggermente in aggiunta a pezzetti di cannella sbriciolata.
    Lasciar cuocere dolcemente e a lungo. Verso fine cottura aggiungere dello zenzero grattugiato.
    Ottime da mangiare semplicemente così o, in alternativa, come contorno al lesso del cappone rimasto dal Capodanno.