GazzetTinto

I compiti per le vacanze della Dott.ssa Evelina Flachi

Dott.ssa Evelina Flachi

    » Segnala ad un amico

    Cuoco: EVELINA FLACHI
    Rubriche: La Nutrizionista

    Ingredienti:

    Procedimento:
    Come dobbiamo affrontare le vacanze e l’estate a tavola e più in generale per stare bene?Vediamolo con questo tabellone con i Sì e i NO per l’estate, quindi cosa dobbiamo fare e cosa dobbiamo evitare.

    SI                                                                                 NO
    1 Attività motoria                                                         Sedentarietà e pigrizia
    2 Fare 3 pasti e 2 spuntini                                            Saltare i pasti o digiuni prolungati
    3 Bere 2 litri d’acqua al giorno                                      Bere bibite zuccherate e molto fredde
    4 Aumentare il consumo di frutta e verdura cruda       Consumare cibi elaborati e fritti
    5 Frutta e verdura di colore giallo-arancione-rosso     Consumare pesce o carne crudi rimasti esposti al sole 
    prima di esporsi al sole                                              

    Innanzitutto non ci stancheremo mai di ripetere  SI’ ALL’ ATTIVITA’ FISICA, soprattutto d’estate. Anche se non riusciamo ad andare in palestra non c’è problema, basta camminare 30-40 minuti al giorno.NO A SEDENTARIETA’ E PIGRIZIA: L’importante è non pensare di passare l’estate sdraiati al sole perché la sedentarietà riduce il metabolismo e fa male alla circolazione, mentre d’estate abbiamo bisogno soprattutto di riattivare la circolazione periferica.

    1.SI’ FARE 3 PASTI E 2 SPUNTINI: per evitare di avere appetiti eccesivi alla sera.NO SALTARE I PASTI O DIGIUNI PROLUNGATI: il digiuno prolungato fa male perché può abbassare il metabolismo di base e può impoverire la nostra muscolatura e favorire la disidratazione. Anche se sembra di dimagrire, in realtà si perdono solo liquidi, proteine e massa magra.

    3.SI’ BERE DUE LITRI D’ACQUA AL GIORNO: bere due litri d’acqua al giorno per mantenere l’idratazione, fondamentale con l’aumento delle temperature.NO BIBITE ZUCCHERATE E MOLTO FREDDE: spesso sostituiamo l’acqua con bibite zuccherate e questo è un errore perché forniscono calorie e favoriscono la trasformazione veloce degli zuccheri in grassi. Vanno evitate anche le bibite molto fredde perché, a parte la prima sensazione di benessere, non attenuano la sete e inoltre, dato che la temperatura esterna è molto più alta, lo sbalzo termico può causare problemi all’apparato digerente, soprattutto se dopo averle bevute vogliamo buttarci in acqua a fare un bagno.  

    4.SI’ ALL’AUMENTO DI FRUTTA E VERDURA, SOPRATTUTTO CRUDA: perché frutta e verdura cruda sono ricche di acqua e fibre che favoriscono il senso di sazietà e inoltre contengono  antiossidanti, minerali, vitamine utili al nostro organismo.NO A CIBI ELABORATI E FRITTI: perché, come sappiamo  aumentano i tempi digestivi, affaticano il fegato e soprattutto vanno usati con cautela se poi vogliamo fare il bagno perché, dopo un pranzo a base di fritti,  dovremmo aspettare 4 o 5 ore prima di tuffarci in acqua. 

    5.SI’ A FRUTTA E VERDURA DI COLORE GIALLO - ARANCIONE E ROSSO PRIMA DI ESPORSI AL SOLE: perché la frutta e la verdura di questo colore contengono betacarotene, precursore della vitamina A, che mantiene la buona idratazione della pelle e fornisce nutrienti utili anche alla pelle. Soprattutto verdura cruda di stagione perché più ricca di vitamina C, utile alla produzione di collagene ed elastina necessari a mantenere in forma la pelle. Vitamina A e C hanno azione antiossidante, protettiva, aiutano a combattere i radicali liberi che se ci esponiamo nelle ore sbagliate aumentano e attaccano più facilmente la nostra pelle.NO AL CONSUMO DI CARNE O PESCE CRUDO ESPOSTO AL SOLE: Abitualmente d’estate si aumenta il consumo di carne o pesce crudo, perché più ‘estivo’ e ‘fresco’. Ma attenzione perché nel trasporto potrebbero essere stati sottoposti a forti sbalzi termici e soprattutto l’esposizione al sole, ad esempio in buffet sulla spiaggia, può favorire l’aumento della carica batterica.

    1 CENTRIFUGATO PER L’ABBRONZATURA: 
    - lattuga 
    - carota 
    - melone 
    - pesca gialla o albicocca 
    - 1 cucchiaino concentrato di pomodoro + curcuma