rai4





[an error occurred while processing this directive]

Boxe

Tra scommesse clandestine e sordide palestre di periferia, nell’immaginario della Hollywood classica il mondo del pugilato è legato a doppio filo a quello del crimine: si comincia con La seconda aurora (1933), con Douglas Fairbanks Jr., e il remake Hanno fatto di me un criminale (1939), con John Garfield, due produzioni Warner tratte da un’opera teatrale contemporanea; lo stesso Garfield tornerà protagonista nel noir di taglio realistico Anima e corpo (1947). Nello stesso solco, Robert Wise dirige Stasera ho vinto anch’io (1949), mentre con Lassù qualcuno mi ama (1956) incarnerà nel divo Paul Newman il campione italo-americano Rocky Graziano. Il mondo della boxe fa da sfondo al secondo lungometraggio di Stanley Kubrick, Il bacio dell’assassino (1955). Ultimo film con il mito Humphrey Bogart, Il colosso d’argilla (1956) è invece liberamente ispirato alla vicenda di Primo Carnera. Ancora un pugile italiano, Jake La Motta, è il Toro scatenato (1980) di Martin Scorsese, capolavoro mimetico di Robert De Niro. L’odissea giudiziaria del pugile afroamericano Rubin Carter, vittima di un clamoroso errore, sarà invece raccontata da Norman Jewison in Hurricane (1999), con il volto della star Denzel Washington.

Rai.it

Siti Rai online: 847