IL SANTO DEL GIORNO

A cura di: STEFANO GIROTTILeggi >>


NEWS

CRISTIANI FACCIANO SCELTE COERENTI E CORAGGIOSE

Papa Francesco le invoca all'inizio del Tempo di Avvento che precede il Natale e accende un cero per la pace nel mondo.

02-12-2018 20:25

CRISTIANI FACCIANO SCELTE COERENTI E CORAGGIOSE

Città del Vaticano, 2 dic. Papa Francesco invita i fedeli a compiere “scelte coerenti e coraggiose". Lo dice durante l’Angelus in piazza San Pietro, in occasione della prima domenica di avvento. “ In queste quattro settimane, siamo chiamati a uscire da un modo  di vivere rassegnato e abitudinario, alimentando speranze e sogni per   un futuro nuovo".  Il Pontefice mette in guardia "dal lasciarci opprimere da uno stile di  vita egocentrico e dai ritmi convulsi delle giornate" ed esorta a "stare svegli e pregare. Il sonno interiore nasce dal girare sempre   attorno a noi stessi e dal restare bloccati nel chiuso della propria vita coi suoi problemi, le sue gioie e i suoi dolori. Si trova qui la radice del torpore e della pigrizia".

Il tempo di Avvento, ammonisce Papa Francesco, "ci   invita a un impegno di vigilanza guardando fuori da noi stessi,   allargando la mente e il cuore per aprirci alle necessità dei fratelli  e al desiderio di un mondo nuovo...   Questo- ricorda il Pontefice- è anche il desiderio di tanti popoli   martoriati dalla fame, dall'ingiustizia e dalla guerra; è il desiderio  dei poveri, dei deboli, degli abbandonati".

Bergoglio ammonisce i cristiani sul rischio di “ mondanizzarci e di perdere la nostra identità, anzi,  di 'paganizzare' lo stile cristiano".

Prima di concludere ricorda "la   speranza di pace dei bambini della amata Siria, martoriata da una   guerra che dura ormai da otto anni" e aderendo all'iniziativa della  fondazione pontificia Acs (Aiuto alla Chiesa che soffre) accende un  cero, simbolo di speranza.  "Queste fiammelle di speranza disperdano le tenebre della guerra -   invoca il Pontefice - Preghiamo e aiutiamo i cristiani a rimanere in   Siria e in Medio Oriente come testimoni di misericordia, di perdono e   di riconciliazione".  Una preghiera che si eleva per tutti coloro che      “subiscono in questi giorni conflitti e tensioni in diverse  altre parti del mondo, vicine e lontane. La preghiera della Chiesa li aiuti a sentire la prossimità del Dio fedele e tocchi ogni coscienza   per un impegno sincero a favore della pace.  E che Dio perdoni coloro  che fanno la guerra e producono le armi che distruggono".

Rai.it

Siti Rai online: 847